Rimozione, bonifica
e smaltimento Amianto

Iscritti all’albo nazionale smaltitori.

In quali settori dell’amianto lavora Eredi Pisoni?

Rimozione, smaltimento e bonifica dell’amianto.

Formazione costante del personale, attrezzatura dedicata, autorizzazione alla bonifica Cat. 10A e 10B, un’area di stoccaggio temporanea, autorizzazione al trasporto di Amianto, sono solo alcuni degli elementi che che caratterizzano l’operato di Pisoni nell’ambito dell’attività di rimozione, bonifica e smaltimento Amianto

Eredi Pisoni svolge attività di bonifica di tetti e manufatti in Amianto (Asbesto) già dal 1992.
Per Pisoni l’attività di bonifica (con certificazione Cat. 10A e Cat. 10B) dell’Amianto friabile e compatto non rappresenta un’attività collaterale.

In quest’ambito ha infatti investito in questi ultimi trent’anni gran parte delle proprie risorse garantendo formazione ai propri collaboratori, allestendo un parco mezzi dedicato in cui trovano posto ad esempio anche piattaforme ad accesso frontale che garantiscono attività in quota in totale sicurezza risparmiando sulle opere provvisionali.

EredI Pisoni dispone di un’area propria relativa allo stoccaggio dell’Amianto che consente il deposito temporaneo di Eternit e similari dopo la rimozione dagli immobili, azzerando i tempi di giacenza in cantiere del materiale cancerogeno.

Autorizzazioni e certificazioni sono garanzia di affidabilità di chi opera in questo ambito.

Perchè scegliere Eredi Pisoni per la bonifica dell’amianto?

L’amianto o Asbesto, nella sua forma compatta (Eternit) o friabile, è stato largamente utilizzato nel campo dell’edilizia per le caratteristiche di stabilità, resistenza e qualità termoacustiche. Purtroppo l’amianto è costituito da fibre che se inalate risultano cancerogene.

La bonifica dall’amianto deve essere fatta rispettando stringenti protocolli e apposite attrezzature sia nella fase di rimozione che in quella di trasporto. Eredi Pisoni possiede tutti i prerequisiti per svolgere attività di bonifica in totale sicurezza per i clienti e per il proprio personale.

Flusso di lavoro per la bonifica dell’amianto

1

Sopralluogo
(gratuito)

2

Preventivo
(gratuito)

3

Redazione Piano di lavoro ATS

4

Redazione doc.
salute sicurezza
D.LGS 81/08

5

Inizio lavori

6

Trasporto presso il nostro deposito temporaneo autorizzato

7

Trasporto presso discarica autorizzata

8

Rilascio copia formulario rifiuti

9

Comunicazione fine lavori

10

Verifica finale

F.A.Q. bonifica amianto

Ecco alcune delle domande che spesso ci vengono rivolte dai nostri clienti nell’ambito degli interventi di rimozione e smaltimento delle coperture in amianto.
Se hai richieste particolari non esitare ad inviarcele, il nostro staff tecnico ed amministrativo provvederà a rispondere con la competenza che ci caratterizza.

13 + 5 =

Nella fase di bonifica dove stoccate l’Amianto - Eternit?

Grazie al deposito di stoccaggio temporaneo autorizzato ℅ l a nostra sede e all’abilitazione al trasporto di materiale pericoloso, l’Amianto viene subito allontanato dal cantiere tutelando la salute di chi vive nei paraggi e degli operatori.

Che differenza c’è tra amianto friabile e compatto?

L’amianto in matrice friabile può essere ridotto in polvere con la semplice azione manuale.L’amianto è compatto invece quando può essere sbriciolato o ridotto in polvere solamente con l’impiego di attrezzi meccanici ad esempio l’Eternit.

L’amianto rimosso lo trasportate voi?

Si perchè siamo autorizzati nell’albo nazionale gestori ambientale Categoria 5 per raccolta e trasporto di rifiuti speciali pericolosi

Come garantite la sicurezza degli occupanti dell’edificio?

Rispettando scrupolosamente il piano di lavoro e grazie al monitoraggio in continuo delle fibre aerodisperse tramite analisi MOCF

Le pratiche ATS (piano di lavoro) per la rimozione la gestite voi?

Sì l’ufficio tecnico Pisoni si interfaccerà direttamente con l’ATS di competenza